mercoledì 12 ottobre 2011

Vedere le CAVIGLIE nei sogni


La caviglia è una zona po’ particolare, non così comune da trovare nei sogni, difatti non esistono particolari ed approfonditi riferimenti onirici a questa parte del corpo, ma con quel poco che abbiamo a disposizione ed un po’ di sana logica aristotelica, possiamo vedere di leggerne il messaggio che ci viene proposto dalla sua visione!
Questo l’unico riferimento che ho trovato in un manoscritto del XIV secolo: ”[…] a vedere la tua caviglia, anderai cercando sostegno e strada[…]” (“Antonio Da Pisa sulla fabbricazione delle vetrate artistiche”, a cura di S. Pezzella)
Se ci si pensa bene la caviglia è la giuntura tra piede e gambe, due parti largamente interpretate, per cui bisognerà innanzitutto vedere il significato di queste:
Attraverso i piedi avviene il contatto con la terra e con ciò che questa rappresenta: la base, la stabilità e la sicurezza, questo contatto rimanda alla capacità di “stare coi piedi per terra” cioè di essere realisti e concreti, di non perdersi in voli di fantasia. I piedi permettono anche di camminare e di spostarsi e questo simbolicamente allude alla possibilità di avanzare nella vita e di superare le difficoltà.
Le gambe, invece, sono la parte del corpo umano che ci permette di spostarci, di camminare, correre, arrivare dove vogliamo. Ci consentono di mantenere la posizione eretta, di rimanere in equilibrio, di saltare, di danzare. Sono legate al movimento, all’azione ed anche alla socialità: accorciano le distanze, avvicinano o allontanano fisicamente le persone l’una all’altra, alla possibilità di trovare la forza propulsiva per avanzare nei diversi ambiti umani.
Se quindi i piedi indicano stabilità, le gambe indicano movimento, ma entrambi si riferiscono principalmente ad un contesto di crescita nella vita.
Viste queste due letture e visto che la caviglia è la congiunzione fisica di queste due parti anatomiche, non credo di sbagliare nel dire che la visione onirica della caviglia palesa la necessità del sognatore di focalizzare la propria attenzione sulla ricerca di equilibrio tra dinamismo e staticità, movimento e fermezza, dove per fermezza non intendo “stasi”, ma “rimanere saldi a determinati principi e valori” o proprio “rimanere con i piedi per terra”, come ho detto sopra. Insomma, credo che vedere le caviglie nei sogni significhi che non bisogna rinunciare ad andare avanti, anzi vi è la necessità di avanzare, di cercare la propria strada tramite la ricerca di nuove direzioni e nuovi impulsi, ma la visione ammonisce a non buttarsi a occhi chiusi, bensì ad attuare scelte ponderate, temperate, pazienti, che tengano bene a mente da dove si viene e le esperienze passate. Credo anche voglia dire che se si è di fronte ad una novità, in qualsiasi settore, non si deve “volare troppo in alto” con idee e prospettive, ma affrontare la situazione un passo alla volta, con concretezza, di modo da non farsi trascinare troppo dall’entusiasmo e rischiando così di perdere la strada maestra!
Infine mi sento di dare un’ultima lettura, ma questa viene più da una “sensazione” che da un reale ragionamento (difatti, senza motivo, attribuisco questa lettura precisamente all’ambito finanziario): penso che in taluni casi la visione della caviglia suggerisca di “non lasciare il vecchio per il nuovo”, o meglio, non attuare scelte che chiedono un aut-aut, ma piuttosto propendere per la scelta di una direzione che non si discosti completamente dalla strada originale, e che anzi possa portare questa stessa verso nuovi e più lontani lidi!
Di conseguenza, lo stato delle caviglie nei sogni indica lo stato del nostro equilibrio nei confronti di una particolare situazione.

Nessun commento:

Posta un commento